7.4 C
Napoli

Rissa nella notte di Pasqua, fermato 23enne di Pozzuoli

-

POZZUOLI – Una maxi-rissa, che ha coinvolto una cinquantina di giovani, è scoppiata nei vicoli tra il centro storico ed il porto di Pozzuoli nella notte di Pasqua.

Un giovane di 23 anni, R.G. di Pozzuoli è stato fermato dagli agenti della Polizia municipale, che erano in servizio nella zona.Il giovane, in evidente stato di agitazione, dopo aver danneggiato un’auto in sosta con calci, pugni e testate, è stato bloccato e portato al comando della Polizia Municipale, in via Luciano. La violenza del giovane non si è placata nemmeno negli uffici della Polizia Municipale , dove ha aggredito e ferito due agenti e danneggiato la camera di sicurezza in cui era stato rinchiuso. Dal Comandante, Silvia Mignone, è stato chiesto l’intervento del 118, disponendo un trattamento sanitario obbligatorio. Per trasportare il giovane nell’ospedale Santa Maria delle Grazie di località La Schiana, il personale sanitario è stato costretto a sedarlo.”Su quanto accaduto in questo weekend nel centro storico chiederò un tavolo per la sicurezza cittadina al Prefetto di Napoli, Carmela Pagano. Cosa che ho già concordato col dirigente del commissariato di Pozzuoli, il dottor Pasquale Toscano”.Lo ha detto il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia in seguito alla rissa registrata nella notte tra sabato e domenica nei vicoli della città, che ha visto coinvolti una cinquantina di giovani.”Con l’arrivo della primavera, e con l’estate quasi alle porte, l’aumento di presenze, soprattutto nei giorni caldi della movida, è notevole – ha aggiunto il primo cittadino -. Solo il pronto intervento dei vigili urbani ha evitato che la situazione degenerasse. La recente ordinanza anti-vetro, che ho firmato da alcuni giorni, ha contribuito ad avere sicuramente un contesto più sicuro, considerando che l’artefice di una delle due risse in particolare, è stato poi oggetto di un Tso (trattamento sanitario obbligatorio). Serve un’azione di sinergia tra tutte le forze dell’ordine presenti sul territorio e un rafforzamento delle unità operanti soprattutto nei punti più caldi della città, quelli scelti dalla movida. È un metodo per altro già sperimentato negli anni scorsi, per superare le emergenze e garantire la sicurezza dei residenti e di quanti scelgono Pozzuoli come meta. È necessario ora un tavolo per l’ordine pubblico, per perfezionare la strategia di controllo e tutela del territorio, garantendo un divertimento equilibrato e sicuro”.(ANSA)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x