ISCHIA – Massima attenzione al controllo del territorio sull’isola d’Ischia. I carabinieri della locale compagnia, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale di Napoli hanno identificato 83 persone – 13 pregiudicate – e controllato 39 veicoli.

2 minori sono stati denunciati per occupazione di un edificio pubblico, in passato sede del plesso scolastico “Manzoni”, inagibile dal sisma del 2017.

5 le sanzioni alla normativa anticovid: nessuna delle persone multate indossavano la mascherina.

1 assuntore di droga è stato segnalato alla Prefettura. Nelle sue tasche i militari hanno rinvenuto 1 stecchetta di hashish.

Non mancano le contravvenzioni al cds: tra le varie 5 per utilizzo del telefono alla guida.

I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Ischia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli, nei confronti di un 44enne di origini napoletane domiciliato a Ischia, gravemente indiziato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Le indagini sono state avviate nel gennaio scorso in seguito al sequestro di un ingente quantitativo di droga, composto da 2,5 chili di hashish e 274 grammi di cocaina suddivisi in vari involucri, rinvenuti dai Carabinieri in un pacco postale erroneamente consegnato a Procida da un corriere locale estraneo ai fatti. La tempestiva attività investigativa ha permesso di acquisire gravi indizi di colpevolezza a carico dell’arrestato che, allo scopo di evitare di incorrere in controlli da parte delle Forze dell’Ordine, ha spedito a se stesso il pacco mai giunto a destinazione in quanto intercettato e sequestrato dai Carabinieri.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments