Manuel_Occhiello

NAPOLI – Primo successo in trasferta per la Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli. La squadra di Marsili passa di misura a Roma contro il Villa York (6-7) e si riporta in zona playoff, superando al quarto posto la Canottieri Lazio. Tre punti d’oro per la formazione partenopea, scesa in acqua in condizioni di grande emergenza per le assenze di Mauro e di Pier Paolo Parrella, e con Calì e Pariso a bordo vasca per onor di firma, il primo con un dito rotto e il secondo febbricitante. Proprio su Calì, lanciato coraggiosamente nella mischia per gli ultimi due minuti di gioco, il fallo valso il rigore del 6-7, trasformato con freddezza da Occhiello.

Pronti via e la Rari scappa avanti. Ottimo l’approccio alla gara dei biancocelesti, che prendono il largo nel primo tempo e tengono botta nel secondo, mostrando grande solidità difensiva e trovando in Occhiello, Criscuolo, Ferrone, Riccitiello e Scalzone dei terminali offensivi affidabili. A metà gara il vantaggio è di 3 reti (2-5), che diventano 2 a fine terzo quarto (3-5). In avvio di ultima frazione Occhiello in controfuga realizza il gol che sembra della sicurezza, ma la squadra di casa non molla e, trascinata da Bianchi, arriva addirittura al pareggio sul 6-6. Mancano due minuti al termine, Scalzone è fuori per espulsione e le energie sono ridotte al lumicino per la Rari. Bisogna rischiare, entra Calì e il giovane scuola Posillipo, seppur in condizioni difficili, si guadagna il rigore decisivo. Occhiello non sbaglia e la sua rete fa esplodere la legittima esultanza della Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli per una vittoria che può e deve essere quella della svolta.

“Una vittoria ottenuta in condizioni difficilissime, senza centroboa praticamente per tutta la partita, con due giocatori indisponibili e altri due quasi”, sottolinea il tecnico Elios Marsili. “Dal punto di vista caratteriale ho avuto le risposte che chiedevo, abbiamo giocato la nostra gara fino all’ultimo secondo, senza mollare, proprio come hanno fatto i nostri avversari. Sono tre punti che ci danno morale e fiducia, può e deve essere l’inizio di un nuovo campionato per noi”. Dopo due tempi giocati alla grande, la Rari è andata a corto di fiato: “Avevamo le rotazioni contate, siamo calati vistosamente ma abbiamo stretto i denti, siamo rimasti compatti e ce l’abbiamo fatta. In altre situazioni non avrei rischiato Calì, ma è andata bene e sono ancora più contento di aver vinto in questo modo, è la maniera migliore per ripartire dopo il pari col Tuscolano. Ho rivisto per lunghi tratti la Rari cattiva e vogliosa che piace a me, ora dovremo cercare di esserlo con continuità”.

Nel prossimo turno, sabato 24 febbraio, la Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli affronterà alla Scandone la Swim Academy nel derby campano del girone 3 di serie B.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments