NAPOLI – Bufera social sulla guardia giurata che ha pubblicato la foto del cane in forza all’istituto di vigilanza, con la mascherina.

L’immagine postata questa mattina, sulla pagina Facebook Gpg angeli che vegliano nell’ombra, mostra un agente privato in divisa e sprovvisto di mascherina all’interno della stazione centrale di Napoli mentre al suo fianco, il pastore tedesco, ha sul muso una mascherina monouso.

La notizia rimbalzata velocemente sui social ha scatenato proteste e duri commenti anche da parte del comparto che tutela la categoria delle guardie particolari giurate.

I primi a denunciare l’episodio sono stati i sindacati a cominciare dai vertici regionali. «Sentiamo l’obbligo morale e sociale di denunciare pubblicamente il grave e pregiudizievole comportamento tenuto da una guardia giurata cinofila della Security service che ha pubblicato su Facebook la violenza sul proprio cane in dotazione», ha scritto Giuseppe Cuccurullo, segretario Regionale del Sindacato Nazionale Lavoratori Vigilanza.

«Stigmatizziamo con fermezza la violenza sugli animali – ribadisce il rappresentante Silav – ho già diffuso la foto all’ente protezione animali con l’aggravante che gli unici che non trasmettono il virus sono proprio i nostri amici a 4 zampe e la mascherina deve indossarla la guardia invece di fare lo spiritoso ledendo l’immagine della nostra categoria impegnata per la tutela della collettività».

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments