NAPOLI – In trenta per ripulire la spiaggia Cala Badessa di Nisida. Armato di mascherine, guanti e sacchetti, e rispettando il distanziamento, un gruppo di cittadini napoletani si è ritrovato per raccogliere una tonnellata di rifiuti.

Bottiglie di plastica, polistirolo, pezzi di stoffa, cotton fioc, pneumatici, calzature, persino maschere da sub e un telefono cellulare. Una mattinata impegnativa, quella di sabato 9 gennaio, al solo scopo di ripulire il litorale dai rifiuti che il mare ha “rigettato” dopo le ultime mareggiate.

“Ci auguriamo che il nostro piccolo gesto possa sensibilizzare tutti gli amanti del mare e della nostra città a rispettare la natura”, afferma Maurizio Marchese, presidente dell’associazione Sup&Gang che insieme a N’sea Yet e Round Table 18 Napoli lido Pola, nonostante la pioggia, ha dato vita all’iniziativa.

Sup&gang nelle prossime settimane si ritroverà sul litorale di Pozzuoli per portare avanti le proprie attività.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments