IMG_0009

NAPOLI – Sicurezza per i cittadini, qualità della vita e buona urbanistica. Sono solo alcuni dei temi che sono stati affrontati oggi nel corso del convegno sulle “Funzioni e responsabilità dell’amministratore di condominio”.”La nuova normativa ha trasformato il nostro lavoro: oggi bisogna essere professionisti in un settore determinante per la vita di tutti. Ed è per questo motivo che anche nella nostra professione dobbiamo garantire una elevata qualità e competenza denunciando ed escludendo quelle figure abusive che purtroppo danneggiano la categoria ma ancor prima i cittadini”, ha dichiarato il presidente nazionale dell’Anap associazione amministratori professionisti Paolo Caprasecca.

“A Napoli piu volte siamo dovuti intervenire a causa dei numerosi episodi di cattiva manutenzione delle facciate degli edifici che comportano gravi disagi alla popolazione. Le motivazioni che ci hanno condotto a realizzare questo convegno con tante e differenti figure professionali ha la sua ragion d’essere proprio in queste urgenze che coinvolgono l’intera città. E in un futuro prossimo affronteremo questioni delicate come quelle riferite al progetto Sirena e alla urgenza di nuove risorse per rendere più sicuri i nostri palazzi”, ha dichiarato Paolo Vittorio Sciubba, presidente regionale dell’Anap che ha organizzato il convegno con il direttore del Centro studi Ghigo Giuseppe Ciaccia il quale si è soffermato sulla “necessità di offrire un ampio ventaglio di competenze. Magistrati, avvocati, docenti universitari, architetti hanno accettato di intervenire a questa nostra iniziativa che mira a offrire una formazione completa all’amministratore professionista che oggi ha numerose e gravi responsabilità in campo penale e civile”. Situazioni spesso difficili che incidono sulla vivibilità dei nostri condomini e che non sempre la legislazione attuale riesce a garantire con una adeguata tutela, come spiegato anche dal presidente del Cup Napoli Maurizio de Tilla che si è confrontato nel corso della giornata con numerosi esperti, tra questi l’architetto Livia Napolitano, il docente di diritto processuale giuseppe della Pietra, l’avvocato Arcangelo Puca e il direttore del Centro studi nazionale e componente della commissione del consiglio dell’ordine degli avvocati di Roma Marco Saraz.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments