NAPOLI – C’è ancora tanta impreparazione e disorganizzazione a Napoli nell’affrontare la fase dell’emergenza Coronavirus.

Così gli spazi verdi municipali della città restano in balia dell’incuria poiché i giardinieri ancora non possono svolgere il loro lavoro, soprattutto nella zona della Municipalità I. Infatti il direttore della prima municipalità non consentirebbe il lavoro ai giardinieri poiché non ci sarebbero le giuste condizioni di sicurezza.

“La vegetazione selvaggia ormai si è impossessata ed ha invaso gli spazi urbani, soprattutto a Chiaia e a Posillipo la situazione è davvero preoccupante, ad esempio negli spazi verdi di Piazza Salvatore di Giacomo sono state avvisate anche delle bisce. Il direttore della municipalità ci ha riferito che i giardinieri non possono svolgere il loro lavoro perché non sarebbero garantite loro le giuste condizioni di sicurezza. Ogni settimana viene inviato dalla municipalità al Comune un elenco dei giardinieri disponibili ma neanche il Comune sembra aver trovato delle soluzioni e gli addetti agli spazi verdi restano fermi. E’ assurdo che in un momento come questo, di forte crisi economica, vengano sprecati dei fondi pubblici senza che il personale possa eseguire il proprio lavoro, vanno trovate delle soluzioni e bisogna farlo subito. Si potrebbe, ad esempio, far lavorare i giardinieri nelle aree verdi più grandi in modo da non rischiare contatti con altre persone, oppure si potrebbe cominciare dagli spazi verdi degli istituì scolastici, che ora sono vuoti.”- hanno dichiarato i consiglieri dei verdi della Municipalità I Gianni Caselli e Benedetta Sciannimanica. “In ogni modo occorre trovare al più presto delle alternative, i dipendenti pubblici non possono percepire uno stipendio senza lavorare e la città non può diventare una giungla- ha commentato il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Maria Pia Baldini
28/05/2020 0:06

Basta indossare tute protettive e poi si può lavorare. Un po’ di buonsenso ci vuole per sanare una città con tanti che dormono per strada.