CAPRI – Sarà Viola Ardone ad inaugurare la prima edizione della rassegna Capri e Altrove dedicata a Francesco Durante, giornalista e scrittore, nato ad Anacapri, uomo di grande cultura e raffinata sensibilità.

Il primo rendez-vous
Organizzata dall’Associazione Culturale Maestro Paolo Falco e dal giornale L’Isolano – con il patrocinio del Consiglio Regionale della Campania, della Città di Capri e del Comune di Anacapri – Capri e Altrove partirà ufficialmente giovedì 27 agosto alle 18.30 con la “prima” sulla terrazza con vista sul golfo di Napoli dell’Hotel San Michele. Protagonista il capolavoro di Viola Ardone, “Il treno dei bambini” (Einaudi). A parlarne con l’autrice, la giornalista del Corriere del Mezzogiorno Mirella Armiero. Interverrà l’Assessore al Turismo e Cultura del Comune di Anacapri Manuela Schiano.

Il Libro
È il 1946 quando Amerigo lascia il suo rione di Napoli e sale su un treno. Assieme a migliaia di altri bambini meridionali attraverserà l’intera penisola e trascorrerà alcuni mesi in una famiglia del Nord. Un’iniziativa del Partito Comunista per strappare i piccoli alla miseria dopo l’ultimo conflitto. Con lo stupore dei suoi sette anni e il piglio furbo di un bambino dei vicoli, Amerigo ci mostra un’Italia che si rialza dalla guerra come se la vedessimo per la prima volta. E ci affida la storia commovente di una separazione. Quel dolore originario cui non ci si può sottrarre, perché non c’è altro modo per crescere.

«La letteratura è meglio della politica. Lo dico dopo aver letto Il treno dei bambini di Viola Ardone». (Michele Serra)

«La Ardone ha affondato le mani nella storia più dolorosa della sua città. Ha setacciato il dialetto, la mentalità di quegli anni, e ha plasmato lo scenario perfetto per un grande romanzo sulle scelte. Perché quello che Amerigo ci racconta, salendo sul treno, è proprio il momento in cui i binari della vita si separano, costringendoci a prendere una decisione. Una decisione sostanziale, in grado di definire la nostra identità». (Simona Sparaco, «La Stampa»)

«Questo è un libro bellissimo e importante, che dovete leggere. Vi assicuro che vi resterà nella testa, una volta finito, come quelle cose che ti cambiano un po’. Per sempre». (Maurizio de Giovanni)

La location
Finito di costruire nel 1880, l’Hotel San Michele rappresentava uno dei primi insediamenti alberghieri dell’isola. Elegante e confortevole, in pochi anni diventa meta privilegiata di quel nascente circolo artistico e letterario che ruotava intorno alla figura dello scrittore svedese Axel Munthe. Ospiti di quegli anni la regina Vittoria di Svezia ed il Kaiser Guglielmo I di Germania. Proprietaria dell’albergo anacaprese, a quel tempo, la nobile famiglia siciliana dei Marchesi Salvo di Pietraganzili: il loro stemma araldico troneggia ancora oggi sulla porta di ingresso.

Tranquillità, relax, privacy oggi sono le caratteristiche vincenti dell’Hotel San Michele che regala ai propri ospiti soggiorni sospesi in una pace senza tempo, immersi nei paesaggi più belli di Anacapri. Lo stile classico delle sue camere e gli ampi spazi luminosi aperti sul verde del Monte Solaro o sul Golfo di Napoli, saranno lo sfondo perfetto per rilassarvi con un buon libro, recuperare le energie dopo una giornata di escursioni e nuotate o per lasciar divertire i vostri figli in tutta sicurezza.

In calendario
Il 30 agosto la rassegna Capri e Altrove si sposterà a Capri in una location quasi inedita e di particolare fascino: il belvedere di Piazzale Lenin, accanto ai Giardini di Augusto, che prende il nome dalla stele del rivoluzionario russo ad opera di Giacomo Manzù. Protagonista dell’appuntamento in programma alle 18 sarà “Giovanissimi” (NN Editore) di Alessio Forgione che ne parlerà con il responsabile delle pagine di cultura del Corriere del Mezzogiorno Mirella Armiero. A portare i saluti istituzionali l’Assessore ai Beni Culturali e Monumentali della Città di Capri, Paola Mazzina.
Tre i rendez-vous con Capri e Altrove previsti per settembre: venerdì 4 alle 18 nei Giardini della Flora Caprese con “Mi basta che esisti” di Salvatore Savino e venerdì 11 settembre a Villa Lysis alle 18 con “Venezia Nostra Signora dei Mari Morti”, opera del Barone Fersen – storico proprietario della suggestiva dimora storica – riportata in vita dalla scrittrice Donatella Boni.
Un appuntamento speciale chiuderà la rassegna Capri e Altrove venerdì 18 settembre. Alle ore 17.30 sulla terrazza dell’Hotel Caesar Augustus di Anacapri – incoronato miglior resort in Italia, quarto in Europa e trentunesimo in tutto il mondo dal celebre magazine di viaggi americano Travel + Leisure – di scena un emozionante reading di Maurizio De Giovanni con vari ospiti. A fare gli onori di casa la giornalista del Corriere del Mezzogiorno Natascia Festa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments