“La Russia non farà lo stesso errore due volte nel compiacere l’Occidente. Chiunque tenti di crearci ostacoli e interferire in Ucraina sappia che la Russia risponderà con delle conseguenze mai viste prima. Siamo preparati a tutto. Spero di essere ascoltato”. E’ uno stralcio del discorso del presidente russo Vladimir Putin alla nazione e al mondo in tv stamattina alle 4 che ha dato ufficialmente il via ai bombardamenti su Kiev e altre città ucraine.

Alle 4 ora italiana le sirene hanno iniziato a suonare e le prime bombe hanno a scoppiare in diverse città.

Truppe russe sono sbarcate a Odessa mentre altre stanno attraversando il confine verso Kharkiv.

Violente esplosioni sono state udite nella città di Mariupol e in quella di Kramatorsk, nell’est dell’Ucraina.

Esplosioni segnalate prima dell’alba a Kiev e in altre città vicino alla linea del fronte e lungo la costa ucraina, dopo l’annuncio di Putin del via libera all’operazione militare. Sentite esplosioni anche nella città portuale di Odessa, sul Mar Nero, con sirene della polizia e delle ambulanze.

Le esplosioni sono risuonate anche a Kharkiv, una grande città a 35 chilometri a sud del confine russo. Quattro forti esplosioni sono risuonate a Kramatorsk, una città in prima linea che funge da capitale effettiva del governo ucraino per la zona di guerra orientale, e altre sono state udite nella città portuale orientale di Mariupol.

L’inviato russo all’Onu dice che “Mosca non è aggressiva nei confronti del popolo ucraino, ma contro la giunta al potere a Kiev”.

“L’Ucraina si difenderà e vincerà. Il mondo può e deve fermare Putin: il momento di agire è ora”: così il ministro degli Esteri ucraino Kuleba dopo l’annuncio dell’operazione militare della Russia. “Putin ha lanciato un’invasione su larga scala dell’Ucraina: le nostre pacifiche città sono sotto attacco, questa è una guerra di aggressione”, aggiunge Kuleba. L’Ucraina impone la legge marziale nel paese. Lo afferma il presidente Volodymyr Zelensky. “State calmi e state a casa”: il presidente ucraino invita a non lasciarsi prendersi dal panico, L’operazione russa in corso in diverse città dell’Ucraina mira a “distruggere lo Stato ucraino, impadronirsi del suo territorio con la forza e stabilire un’occupazione”: lo ha denunciato in un comunicato il ministero degli Affari esteri ucraino. Kiev ha anche invitato la comunità internazionale ad “agire immediatamente”. “Solo azioni unite e forti possono fermare l’aggressione dell’Ucraina da parte di Vladimir Putin”, aggiunge il ministero.

La Nato “condanna con forza” l’attacco ingiustificato della Russia contro l’Ucraina e chiede a Mosca “di fermare immediatamente la sua azione militare”. Inoltre, ribadisce il suo sostegno al popolo ucraino e riafferma che farà “tutto il necessario per proteggere e difendere i suoi alleati”. E’ quanto si legge in una dichiarazione diffusa dal segretario generare dell’Alleanza Jens Stoltenberg

Putin ha scelto una guerra premeditata che porterà una catastrofica perdita di vite umane e sofferenza”, afferma Biden dopo l’annuncio del presidente russo di condurre un’operazione militare in Ucraina. Gli Stati Uniti e gli alleati “imporranno sanzioni dure alla Russia”: “continueremo a fornire sostegno e assistenza all’Ucraina e alla sua popolazione”. Lo ha detto il presidente americano a quello ucraino Volodymyr Zelensky.

“E’ il momento più triste del mio mandato da segretario generale Onu. Presidente Putin, nel nome dell’umanità, porta indietro le truppe russe”. Lo ha detto Antonio Guterres. “Questo conflitto deve fermarsi ora”, ha aggiunto: “Quello che mi è chiaro è che questa guerra non ha senso e viola i principi della Carta Onu”. Il Regno Unito condanna l’azione militare intrapresa da Mosca in Ucraina: lo afferma il primo ministro britannico, Boris Johnson, che in un messaggio si dichiara “inorridito” per quello che definisce “un attacco non provocato”. Il presidente Vladimir Putin – denuncia Johnson – “ha scelto la strada del bagno di sangue e della distruzione”. L’operazione militare russa è “una violazione eclatante” del diritto internazionale. Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz.

“L’operazione militare russa è una gravissima e ingiustificata aggressione, non provocata, ai danni dell’Ucraina, che l’Italia condanna con fermezza. Una violazione del diritto internazionale. L’Italia è al fianco del popolo ucraino, insieme ai partner Ue e atlantici”. Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un messaggio su Twitter.

Il prezzo del petrolio vola, con l’operazione militare della Russia in Ucraina: il Brent supera i 100 dollari al barile, per la prima volta dal 2014, mentre il Wti è a 95,54 dollari.

Le borse asiatiche virano in negativo: l’indice Hang Seng di Hong Kong segna un tonfo del 2,51%, a 23.065,5 punti.

LA GIORNATA NEL DETTAGLIO
04.00 Parte l’attacco Russo in Ucraina
06:28 Biden oggi summit per severe sanzioni alla Russia
06:33 la presidenza ucraina diffonde una foto che mostra l’esplosione nella capitale di Kiev. Lo scatto mostra una nuvola di fumo densa
06:39 la borsa di Mosca annuncia la sospensione delle negoziazioni sulla sua piattaforma
06:45 le guardie di frontiera hanno segnalato in mattinata l’entrata delle forze russe nel territorio della Bielorussia
06:49 la Russia “non farò lo stesso errore due volte nel compiacere l’Occidente, chiunque tenti di crearci ostacoli e interferire, sappia che la Russia risponderà con delle conseguenze mai viste prima. Siamo preparati a tutto. Spero di essere ascoltato.” Queste le dichiarazioni di Vladimir Putin
06:53 l’Ucraina è stata attaccata da più fronti contemporaneamente.
07:00 Von Der Leyen riterremo il Cremlino responsabile. Un pensiero va all’Ucraina, alle donne, ai bambini innocenti mentre affrontano questo attacco non provocato e la paura per le loro vite.
07:13 le forze ucraine annunciano di aver abbattuto cinque aerei dell’esercito russo e un elicottero
07:21 il governo Italiano condanna l’attacco della Russia all’Ucraina. È ingiustificato e ingiustificabile. L’Italia è vicina al popolo e alle istituzioni
07:24 alcune auto della polizia arrivano in piazza dell’Indipendenza con i megafoni e invitano i passanti a rifugiarsi nei sottopassi per poi rientrare immediatamente nelle loro case.
07:37 Di Maio aggressione russa gravissima e ingiustificata
07:46 il presidente Ucraino Zelensky dichiara una coalizione anti-Putin
08:03 riunione degli ambasciatori alle 9.00 e consiglio Europeo straordinario alle ore 20.00
08:16 Biden annuncia che è un attacco non provocato e ingiustificato. Ha scelto una guerra premeditata
08:23 l’attacco russo in Ucraina fa alzare alle stelle il Cboe Volatily Index ovvero, indicatore di paura
08:35 Di Maio convoca riunione urgente all’Unità Crisi
08:42 la Cina ha detto ai suoi connazionali di restare chiusi in casa o di esporre una bandiera cinese qualora dovessero percorrere lunghi viaggi
08:50 la Russia blocca la navigazione nel Mar D’Azov
09:07 le forze armate ucraine smentiscono lo sbarco di truppe russe sul Mar Nero
09:41 la compagnia aerea tedesca Lufthansa ha cancellato tutti i voli verso l’Ucraina
09:43 Osce, con attacco a rischio vita milioni di persone
09:48 l’Ucraina chiude lo spazio aereo per i civili
10:07 sospeso il campionato in Ucraina
10:15 Kiev chiama alle armi tutti i civili
10:19 Navanly sono contro questa guerra
10:26 la banca centrale Ucraina ha sospeso il trasferimento di danaro all’estero
11:04 Johnson chiede vertice urgente alla Nato
11:09 la Lituania impone lo stato di emergenza
11:17 l’appello del presidente dell’Ucraina a donare sangue a causa dei troppi feriti
11:20 Mosca annuncia che non userà armi contro città e civili
12:05 Kiev annuncia l’attacco al Porto di Odessa e ci sono 18 morti
12:17 Cremlino l’attacco durerà il tempo necessario
13:02 le truppe Russe arrivano nella regione di Kiev
13:40 jet militare ucraino si schianta vicino a Kiev
13:52 Lukashenko se è necessario manderemo le nostre truppe in Ucraina
13:57 razzi russi su periferia capitale, almeno sei i morti
14:27 bombe vicino alla scuola italo- ucraina
14:36 203 attacchi dall’inizio della giornata
14:55 4 morti nel bombardamento dell’ospedale di Donesk
15:12 Mosca: distrutti 74 obiettivi militari
15:28 controllo dei russi su aeroporto a Kiev
15:46 file ai negozi e per fare benzina
15:50 attacco a Chernobyl, allarme per scorie radioattive
16:57 forte esplosione a base aerea Melitopol nel sud del paese
17.00 Coprifuoco a Kiev. Le stazioni della metro diventano rifugio
17.30 I leader del G7: “Putin si è messo dalla parte sbagliata della storia”
17.36 Il G7 interverrà se “problemi” a forniture gas
17.40 Zelensky chiede l’esclusione delle banche russe dal sistema Swift
17.45 Putin, restiamo nell’economia mondiale, le sanzioni sono un errore

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments