NAPOLI – Il risultato elettorale di Europa Verde – Demos in Campania ha permesso di rieleggere con un plebiscito di voti il consigliere regionale uscente, Francesco Emilio Borrelli, e tanti consiglieri comunali, soprattutto nel napoletano: a Frattamaggiore, Caivano, Ercolano, Mugnano e San Giorgio a Cremano.

Oltre al successo personale del capolista Francesco Emilio Borrelli, riconfermato con circa 16mila voti, va sottolineato lo straordinario risultato nella città di Napoli, dove la lista di Europa Verde arriva al 4.4%, diventando il quarto partito cittadino, superando anche la Lega di Salvini e Forza Italia. In alcuni quartieri di Napoli la lista di Europa Verde ha superato l’8%, con percentuali significative ed è andata sopra il 5% in diverse municipalità.

Anche nella città di Caserta il risultato è significativo ed incoraggiante con l’1,9%, e a Salerno con l’1,2%.

In Campania c’è il record dei comuni più Verdi di Italia di questa competizione elettorale: Valle Agricola (Ce), Striano (Na) e Cusano Mutri (Bn) conquistano, rispettivamente, il 37,79, il 26,2 e il 20,9 per cento dei consensi.

Europa Verde, infine, elegge consiglieri in quasi tutti i comuni in cui ha presentato il proprio simbolo.

“Questi risultati sono il frutto di un lavoro che va indietro nel tempo – dichiarano Fiorella Zabatta, membro dell’Esecutivo nazionale e coordinatrice della lista, e Angelo Bonelli, coordinatore dell’esecutivo nazionale del Sole che Ride -. La credibilità e la fiducia che i cittadini hanno riposto nel nostro simbolo non nascono all’improvviso ma sono guadagnate sul campo attraverso battaglie, iniziative e presenza territoriale capillare e costante. Siamo molto soddisfatti anche per il lavoro fatto dai singoli candidati della nostra lista e della campagna elettorale che hanno portato avanti: ci hanno messo passione, entusiasmo e sono stati perfettamente in linea con i principi del partito. Francesco Borrelli, infine, ha avuto un risultato straordinario, un vero e proprio exploit di consensi: un risultato incredibile ma non del tutto inaspettato, considerato che il lavoro, la correttezza e la lealtà pagano sempre, nella vita e anche in politica”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments