NAPOLI – La Commissione Ambiente, presieduta da Marco Gaudini, ha fatto il punto oggi, su richiesta di diversi consiglieri, sulla situazione dello spazzamento e della pulizia del territorio dell’Ottava Municipalità. Alle criticità evidenziate, è stato assicurato dal Vice Sindaco e Assessore all’Ambiente Del Giudice e dai rappresentanti del’Asia, si rimedierà attraverso una migliore organizzazione del servizio e una pianificazione di interventi straordinari di pulizia.

Per le situazioni che hanno creato maggiori disagi, come la mancata rimozione dei sacchetti dell’umido nei giorni prestabiliti, la ragione del disservizio va ricercata nella revisione del calendario dei giorni di raccolta e nella riorganizzazione generale del porta a porta in corso sul territorio, che vede gli operatori dell’Asia impegnati nell’informazione alle famiglie e nella distribuzione dei sacchetti. Sempre in materia di rimozione dei rifiuti, ha ricordato Gianfranco Iodice, responsabile dei servizi territoriali per la società di igiene ambientale, non va sottovalutata la piaga dello sversamento abusivo, specie nelle zone di confine con altri comuni, che si cerca di contrastare con l’installazione di telecamere di controllo per l’individuazione dei responsabili. Fondi ad hoc per interventi straordinari di pulizia di questi spazi, ha proposto il consigliere Nonno (Prima Napoli), potrebbero essere richiesti a Campania Ambiente.
Sullo spazzamento, e su una presunta migliore pulizia di una parte del territorio municipale, quello di Scampia, rispetto alle altre zone di Piscinola Marianella e di Chiaiano, ipotizzata dal consigliere Guangi (Forza Italia), il responsabile Asia del territorio, Giovanni Giannicola, ha spiegato che le carenze sono generalizzate ed ascrivibili alle poche unità di personale disponibile da distribuire su un’ampia zona di intervento. Laddove si riesce ad utilizzare al meglio le spazzatrici meccanizzate, come a Scampia, invece, i risultati ottenuti durano nel tempo e consentono di ottimizzare le operazioni di pulizia.
Una capillare campagna informativa, che coinvolga anche le scuole, e che consenta un migliore utilizzo delle potenzialità della grande isola ecologica a servizio del territorio è stata la proposta avanzata dal Vice Sindaco Del Giudice, mentre i consiglieri Rinaldi (Napoli in Comune a Sinistra) e De Majo (Dema) hanno sollecitato un approfondimento, anche coinvolgendo la commissione e l’assessore regionale competenti, sull’ipotesi regionale di utilizzo delle cave di Chiaiano come discarica.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments