NAPOLI – Napoli diventa capitale della scherma per un weekend.

Al PalaVesuvio, ristrutturato e rimesso a nuovo per le Universiadi, vanno in scena i Campionati Italiani a squadre di scherma. Ieri, nella seconda giornata di gare, sono scesi in pedana le donne e gli uomini della spada, mentre oggi sarà il turno degli sciabolatori e delle sciabolatrici azzurre.

L’evento è stato organizzato dai campioni olimpici Diego Occhiuzzi e Patrizio Oliva, co-fondatori dell’associazione “Milleculure”, e in collaborazione con il title sponsor MD e con lo sponsor tecnico Decathlon Fenc’it. In questi anni, l’ASD Milleculure è stata un punto di riferimento per tanti ragazzi di famiglie meno abbienti, offrendo l’opportunità di fare sport anche gratuitamente.

Attivamente impegnata sul territorio. La kermesse, organizzata alla periferia della città, dà un concreto segnale di ripresa non solo per la scherma ma soprattutto per Napoli. In pedana anche i campioni della scherma tricolore che tra poco più di un mese saranno impegnati nei Giochi Olimpici di Tokyo.

Inoltre la Campania ha messo a segno due buoni colpi che confermano la vitalità del movimento schermistico nostrano: tra gli uomini trionfa il partenopeo Valerio Cuomo con i suoi compagni delle Fiamme Oro Mencarelli, Fichera e Di Veroli che in finale superano il Centro Sportivo Esercito 45-28; tra le donne ha trionfato, invece, il Centro Sportivo Esercito battendo il quartetto dell’Aeronautica Militare 42-34 con il contributo della beneventana Francesca Boscarelli.

Soddisfatto dei Campionati Diego Occhiuzzi, co-organizzatore della competizione assieme a Oliva: «Un trionfo dello sport vedere in gara alcuni tra i migliori schermidori italiani e mondiali, a poche settimane dai Giochi olimpici. Siamo felici che Napoli abbia salutato la ripartenza della scherma italiana».

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments