LAMOGLIA-2

NAPOLI – Se contro il Savona era stata decisiva la quarta frazione, stavolta è risultata determinante la prima parte della gara per il successo della Carpisa Yamamay Acquachiara, che non vinceva in trasferta dal 22 ottobre (vittoria a Genova contro il Quinto). E’ con il +3 (1-4) dei primi dieci minuti di gioco, infatti, che Federico Lapenna e compagni hanno messo le basi per conquistare tre punti che Pino Porzio considera importantissimi “perchè ci hanno consentito di allontanarci ulteriormente dalla zona playout”.

Anche stavolta, così come era accaduto contro il Savona,. ci ha messo molto del suo Andrea Lamoglia nel successo biancazzurro. Nel primo tempo ha parato, tra l’altro, un penalty a Vavic dando ancora più fiducia e morale alla Carpisa Yamamay, che ha fatto il break iniziale grazie alle reti di Krapic, Cupic e alla doppietta di un Barroso che settimana dopo settimana rinforza il suo feeling con la porta avversaria.
Certo, dopo essere andato sotto di tre gol il Bogliasco non è rimasto a guardare, in due occasioni si è portato a -1 dai biancazzurri (3-4 e 4-5), ma l’Acquachiara non ha mai dato l’impressione di poter lasciarsi sfuggire il comando della gara, forte di una difesa che ha reso la vita durissima ai centri liguri.Pochissime le superiorità concesse alle due squadre, benchè la gara sia stata molto combattuta. “Noi ne abbiamo ottenuto soltanto quattro – sottolinea Porzio – e questo dà ulteriore valore alla vittoria ottenuta dai ragazzi, che nel complesso hanno ripetuto la buona prestazione di sabato scorso contro il Savona. C’è stato soltanto un calo nella parte centrale della gara, ma hanno saputo stringere i denti, hanno conservato il vantaggio e nel quarto tempo sono riusciti a staccare nuovamente e definitivamente i liguri”. Importantissima la rete realizzata da Cupic a quattro minuti dal termine (4-6), fondamentale un minuto dopo il gol di Confuorto in controfuga che ha riportato l’Acquachiara a +3 (4-7). Il sigillo lo messo Steardo in auperiorità numerica a due minuti dalla sirena.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments