Rari_Nantes_2016

NAPOLI – Si apre con una sconfitta il campionato della Rari Nantes. All’esordio, il team luciano si arrende 10-8 al cospetto di una big designata del torneo cadetto, il Basilicata 2000.

Dopo aver chiuso la prima parte di gara in vantaggio di tre gol (4-7), la squadra di Marsili ha accusato un calo evidente nelle ultime due frazioni, riuscendo comunque fino all’ultimo a dar filo da torcere alla formazione di Silipo.Rari Nantes in vasca senza diversi punti di forza – Mattiello, Di Iorio, l’ultimissimo arrivato Nina – ma autrice di una partenza sprint. Di Giamundo il primo gol della gara e della stagione, poi Casieri e Ricci fissano il punteggio sul momentaneo 1-3. Il Basilicata reagisce, impatta, ma il primo parziale è della Rari grazie al pallonetto vincente di Acunzo. Nel secondo parziale il vantaggio dei napoletani lievita. Paganelli in superiorità, Giamundo in controfuga e Casieri da fuori regalano il +3 alla squadra di Marsili. Nel terzo tempo, però, cominciano i guai. L’arbitro Iori espelle Caria per gioco violento e sorvola su alcuni falli evidenti dei giocatori del Basilicata. In breve i lucani raggiungono il pari (7-7 a fine periodo) e poi nell’ultimo tempo allungano, dopo un’altra espulsione controversa ai danni di Ciniglio. Solo nel finale Giamundo spezza l’incantesimo e trova il gol del platonico 10-8, interrompendo un digiuno offensivo di quasi 20 minuti. Ko dunque, ma a testa alta: la stagione della Rari Nantes parte sotto auspici incoraggianti.“Finché le forze ci hanno sorretto, abbiamo giocato un’ottima gara”, sottolinea il tecnico Elios Marsili mentre il giocatore più rappresentativo degli avversari, Varriale, gli fa i complimenti. “Purtroppo alcune decisioni arbitrali ci hanno penalizzato. Alcuni nostri giocatori sono usciti con l’occhio nero dalla piscina ed alla fine sono stati espulsi due dei miei, ma è sulla nostra prestazione che voglio focalizzare l’attenzione. Da questa gara ho maturato una certezza: se ci alleneremo con regolarità e applicazione, potremo toglierci diverse soddisfazioni”. Magari anche recuperando alcuni giocatori indisponibili all’esordio: “Una volta a pieno regime, potremo giocarcela fino alla fine con tutti. Stavolta lo abbiamo fatto solo per due-tre tempi. Ma rispetto alle previsioni, posso essere soddisfatto: avrei firmato per arrivare all’ultimo tempo in parità contro una delle favorite per la promozione”.Nel prossimo turno la Rari Nantes Napoli affronterà sabato 30 gennaio alle 17.30 un’altra corazzata del girone, la Cesport, sempre alla Scandone.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments