SAN GIORGIO A CREMANO – Ha un malore a bordo di un treno e muore ma qualcuno invece di soccorrerlo ha pensato di sfilargli la fede nuziale dall’anulare e prenderselo. È accaduto lo scorso 17 giugno a bordo di un treno partito da Napoli diretto ad Ascesa ad un cittadino di San Giorgio a Cremano, Giorgio D’Amato.

“Salve sig. Borrelli, un cittadino di San Giorgio a cremano è stato vittima di un malore sul treno perdendo la vita all’altezza di Capaccio Scalo, la cosa che ha del vergognoso è che gli è stato sottratto l’anello nuziale, su quel treno è morto da solo in balia degli sciacalli, stiamo facendo un appello affinché anche in forma anonima ci venga restituito l’anello, la prego ci aiuti… “- l’appello di Guido, un conoscente del sig. Giorgio che si è rivolto al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, che si unisce a quella della figlia dell’uomo, Rossella :” Se qualcuno è in possesso di questo anello semplice ma dal forte valore affettivo vi chiedo di farcelo recapitare anche in forma anonima.”

“Siamo davvero senza parole, compiere un simile atto di sciacallaggio è a dir poco vergognoso. Se chi ha commesso tale gesto volesse redimersi può restituire la fede ai familiari del. sig. D’Amato contattando sua figlia Rossella sul suo profilo Facebook o il sig. Guido al suo numero telefonico.” – le parole di Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments