Foto1

NAPOLI – Nell’ambito delle attività di controllo e vigilanza della filiera ittica, direttamente disposte dall’Ammiraglio Arturo Faraone, Direttore Marittimo della Campania, finalizzate alla tutela della salute dei consumatori ed alla salvaguardia dell’ambiente e degli stock ittici, il personale della Guardia costiera, ha posto sotto sequestro un ingente quantitativo di cannolicchi sottomisura (denominazione scientifica solen marginatus).

L’attività, nata di diverse segnalazioni giunte presso gli Uffici delle Autorità marittime di Pozzuoli e Castel Volturno, circa la presenza presso mercati ittici, esercizi di pescherie, ristoranti ecc, di cannolicchi allo stadio giovanile ha attivato le operazioni di controllo effettuate sia via mare che via terra.Le segnalazioni, infatti, si sono rivelate fondate, tanto che l’intervento dei militari  ha  consentito di sequestrare oltre una tonnellata del prezioso frutto di mare pronto in quanto commercializzato privo di qualsiasi rintracciabilità sul mercato nero attraverso commercianti consenzienti. Parte dei  prodotti ittici sono stati rinvenuti a bordo di un unità appena attraccata lungo il fiume Volturno mentre una grossa partita di cannolicchi è stata rinvenuta abbandonata da ignoti nei pressi del fiume. A tal proposito si è proceduto ad elevare una sanzione amministrative di 12 mila Euro per detenzione di specie ittica di taglia inferiore alla taglia minima consentita dalla legge. Il prodotto ittico ancora vitale è stato gettato nuovamente in mare anche al fine del ripopolamento.Nelle stesse ore la motovedetta CP 573 nel golfo di Pozzuoli ha provveduto a fermare e sanzionare quattro pescatori sportivi abusivi per impiego di attrezzi non consentiti che sono stati posti sotto sequestro per un totale di 57 nasse e un chilometro e mezzo di reti.I controlli sull’intera filiera di commercializzazione dei prodotti ittici, continueranno serrati lungo tutto il litorale flegreo e domitio a tutela del consumatore nonché degli operatori del settore che agiscono nel rigoroso rispetto delle norme.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments