PONTEGGI

NAPOLI – “Dopo tutte le nostre denunce, finalmente hanno cominciato a togliere alcuni dei ponteggi nella Galleria Umberto di Napoli, ma pare che, in molti casi, nonostante le impalcature siano rimaste per tanti mesi le facciate non sono state ristrutturate, ma sono stati solo eliminati i pericoli imminenti”.

A denunciarlo i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e i consiglieri comunali Stefano Buono e Marco Gaudini, per il quale “visto che i ponteggi sono rimasti per mesi, addirittura per anni, e alla fine sono stati fatti lavori per cui sarebbe bastato molto meno tempo, forse è vero che molti di quelle impalcature erano state lasciate lì solo per permettere affissioni pubblicitarie come ci è stato denunciato da diversi commercianti costretti a chiudere proprio perché le loro attività erano, nei fatti, oscurate”.“Tra l’altro, anche nella rimozione dei ponteggi, per la quale ci vorranno una decina di giorni, c’erano tanti operai che lavoravano senza rispettare le misure di sicurezza, a cominciare dai caschetti protettivi” hanno raccontato Borrelli, Buono e Gaudini, per i quali “quel che viene fuori dopo la rimozione è l’immagine di un palazzo messo in sicurezza, speriamo in maniera corretta visto il crollo di calcinacci dei giorni scorsi da un’altra ala della galleria, ma non ristrutturato”.“Rimane quindi il nostro appello al Comune a trovare la strada migliore per imporre i lavori di ristrutturazione ai proprietari degli immobili della galleria” hanno concluso i Verdi per i quali “chi ha la fortuna di avere un immobile in quella struttura storica deve rendersi conto che ha delle responsabilità maggiori anche perché i rischi derivanti dall’incuria di quell’edificio sono molto più alti visto che, nella galleria e nei dintorni transitano ogni giorno migliaia di persone visto che è al centro degli itinerari turistici napoletani”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments