bartista

ERCOLANO– “Si allunga sempre di più l’elenco dei commercianti che decidono di mettere a disposizione di chi ha problemi economici i prodotti alimentari invenduti e molti di loro affiancano anche altre iniziative per raccogliere fondi da destinare a chi sta vivendo un periodo di difficoltà”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, raccontando che “all’Aramar Bar di Ercolano hanno deciso di regalare pizzette, cornetti e tutti gli alimenti deperibili che non vendono nel corso della giornata e hanno destinato uno spazio del locale alla vendita di libri usati per raccogliere soldi che poi usano per comprare alimenti, medicinali e generi di prima necessità per chi è meno fortunato”.

“E’ uno splendido esempio di solidarietà concreta e, per questo motivo, l’assessore alle politiche sociali, Giampiero Perna, su indicazione dei consiglieri comunali Saverio De Crescenzo e Tiziana Curcio, consegnerà un riconoscimento ufficiale al commerciante” ha aggiunto Borrelli augurandosi che “l’esempio di Angelo Russolillo e Raffaella Ammirevole, i coniugi che gestiscono il bar, sia seguito anche da altri commercianti”.

“Con la recente approvazione in Giunta della delibera per la promozione degli interventi volti al recupero e alla redistribuzione delle eccedenze alimentari presentata dall’assessore alle politiche sociali, Lucia Fortini, si è fatto un ulteriore passo in avanti per far sì che gli alimenti prossimi alla scadenza ma ancora buoni non vengano buttati, ma destinati a chi è in difficoltà” ha continuato Borrelli sottolineando che “nella delibera si propone di avviare una manifestazione d’interesse per capire quanti e quali soggetti potenzialmente interessati intendono aderire e, per questo, è necessario, che ci sia una risposta adeguata da parte di commercianti e produttori, ma anche dai titolari di pizzerie, ristoranti e altre attività che offrono pasti e roba da mangiare”.

“La delibera approvata rappresenta un ulteriore passo in avanti per l’applicazione della legge regionale che era rimasta nel cassetto e che siamo riusciti a riportare in vita, dandogli concretezza” ha concluso Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments