SANT’ANTIMO – Napoli e provincia, ma non solo, continuano a mobilitarsi per vicenda di Gaetano Barbuto, gambizzato a Sant’Antimo dopo una lite sulla viabilità.

Si unisce al movimento solidale anche il gruppo musicale dei 99 Posse che ha realizzato una nuova versione di un loro storico brano pe omaggiare Gaetano e aiutare la raccolta fondi che permetterà al 21enne di acquisire delle gambe bioniche per poter tornare a camminare.

“Quando ho accennato il progetto, gli altri componenti del gruppo hanno accettato prima ancora che finissi di raccontare la storia. È dovere di tutti noi aiutare e supportare questo ragazzo per ciò che ha subito” – racconta Massimiliano Jovine, dei 99 Posse, intervenuto in diretta telefonica a La Radiazza.

“Quando ho ascoltato in anteprima la canzone mi è venuta la pelle d’oca. Grazie di cuore, grazie a tutti” – le parole di Gaetano, anch’egli intervento durante la trasmissione radiofonica.

“Abbiamo chiesto ai 99 posse di realizzare una nuova versione di “Curre curre guaglió” (una canzone che fa parte del loro album di esordio del 1993) per Gaetano, il giovane di Sant’Antimo gambizzato mesi fa e privato a colpi di pistola degli arti inferiori. Sono stati subito sensibili alla vicenda e hanno registrato di nuovo il brano con un nuovo testo “Curre curre Gaetà”. Da mesi infatti ci stiamo battendo per raccogliere i fondi per acquistare delle nuove gambe bioniche a Gaetano e per ottenere una svolta nelle indagini. Ad oggi, infatti, coloro che lo hanno ridotto in questo stato sono liberi e questo non è giusto. Gaetano è il simbolo delle vittime della criminalità che subiscono violenze inaccettabili e di cui spesso tutti si dimenticano. Un ragazzo di 21 anni non può essere privato degli arti in modo violento e criminale. Quando Gaetano tornerà a camminare sarà un segnale per tutte le persone perbene della nostra terra che si rialzeranno in piedi con lui. I delinquenti non ci possono privare delle gambe perché noi ci rialzeremo di nuovo e torneremo a correre più di prima”- dichiarano il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli e il conduttore della Radiazza Gianni Simioli, promotori dell’iniziativa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments