NAPOLI – È quasi diventata una moda non rispettare le regole ed ostentare il proprio vivere al di à delle leggi, quasi come una sfida alle istituzioni e alle forze dell’ordine.

Napoli, 16 dicembre 2020, ore 18, un’intera famiglia, incluso un bambino piccolo sistemato sul davanti, viaggia a bordo di uno scooter. Tutti e cinque i viaggiatori, rigorosamente senza casco e senza neanche la mascherina correttamente indossata. Tutto questo avviene proprio davanti all’ingresso della sede della Polizia Stradale di via Gussoni. A segnalare la vicenda sono stati alcuni cittadini, rivoltisi al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, che hanno assistito alla scena redarguendo gli “spericolati” centauri.

“Incoscienza, spregiudicatezza, irresponsabilità, arroganza. Potremmo aggiungere tanti altri sostantivi per descrivere certi comportamenti ma la sostanza è che si infrangono le leggi, mettendo a repentaglio la propria incolumità, quelle dei più piccoli e di tutti gli altri, e si sfidano le autorità come se esse fossero un nemico da combattere. C‘è una distorsione della realtà che va estirpata e per farlo occorre un piano di rieducazione e severità. Fortunatamente c’è chi rispetta e vuole che siano rispettate le regole, come i cittadini che ci hanno segnalato questo episodio. Grazie a loro stiamo procedendo all’identificazione di quegli irresponsabili che presto verranno denunciati.”. Sono state le parole del Consigliere Borrelli e del conduttore radiofonico Gianni Simioli

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments