arresto-polizia-990x699

NAPOLI – Due affiliati al clan Amato-Pagano sono stati arrestati dalla Polizia nel quadro delle indagini sull’omicidio di Mirko Romano, 27 anni, un killer dell’ organizzazione criminale.

Mario Riccio, 28 anni, di Mugnano, conosciuto come “Mariano”, e Francesco Paolo Russo, 31, di Pompei, sono stati identificati grazie alle dichiarazioni di collaboratori di giustizia, avallate da riscontri della Squadra Mobile di Napoli. Romano era soprannominato “l’italiano” per la sua abitudine di esprimersi sempre in italiano corretto.

Freddo e composto, aveva guadagnato popolarità tra i nuovi affiliati e si era affermato come un killer spietato ed efficiente.

Il suo rapporto con i capi degli “scissionisti”, Mariano Riccio e Carmine Cerrato, però si era deteriorato per la sua insofferenza agli ordini ricevuti.

Il 27 enne fu eliminato dopo essere stato attirato in una trappola da Francesco Paolo Russo, un altro killer del clan, di cui si fidava. Il cadavere fu abbandonato in strada e trovato dai Carabinieri il 3 Dicembre 2012.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments