Proteste e ritardi, comincia tra le polemiche il maxi concorso della Regione Campania (VIDEO)

    0

    NAPOLI – E’ iniziata con un ritardo di crica 4 ore alla Mostra d’Oltremare di Napoli la prima giornata delle prove preselettive per il corso-concorso della Regione Campania per 2.175 posti di lavoro nella pubblica amministrazione in circa 170 Comuni della regione.

    I candidati iscritti sono in tutto 303.965, di cui i primi diecimila circa si sono presentati oggi ai cancelli del quartiere fieristico di Fuorigrotta.

    Dalle 8 i candidati hanno formato lunghe file all’esterno dei cinque padiglioni della Mostra, tutti occupati per il concorso. La prima prova della giornata, che doveva iniziare alle 8 è partita alle 13.

    A quanto si apprende per un problema legato alla disponibilità di fotocopie dei test da sottoporre ai candidati. Una lunga attesa che ha scatenato proteste e tensioni: alcuni dei presenti sono andati via. Per calmare gli animi sono intervenute anche le forze dell’ordine.

    “Restiamo perplessi dinanzi a quanto è accaduto questa mattina alla Mostra d’Oltremare in occasione del primo turno della selezione del concorso indetto dalla Regione Campania. La prova ha avuto inizio con quattro ore di ritardo a causa del malfunzionamento delle fotocopiatrici.

    Ci chiediamo come sia possibile un fatto del genere? Le macchine sono state provate prima di essere impiegate? Oppure sono state semplicemente collegate alla rete senza essere testate?”.

    Lo chiede il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Auspichiamo che il problema non si ripeta nei prossimi giorni. Al concorso prenderanno parte migliaia di candidati che meritano di essere messi nelle migliori condizioni per esprimere le proprie conoscenze”.

    File ordinate e un forte schieramento di steward per regolare l’accesso alle sale dove si svolge la prova.

    All’interno le commissioni hanno spiegato ai partecipanti le regole del concorso poi penna tra le dita per rispondere alle domande di logica, diritto, matematica, cultura generale. Ai nostri microfoni la speranza dei partecipanti.

    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments