SAN GIORGIO A CREMANO – Sono riprese ormai le attività su tutto il territorio e tra queste vi sono interventi di pulizia straordinaria, giá programmati, in alcune aree sensibili di pertinenza comunale.

Lunedì 15 giugno sono iniziati gli interventi presso il plesso S.Agnello, in via Cappiello e presso l’area Terra Felix. Inoltre il sindaco Giorgio Zinno, d’accordo con l’assessore all’Ambiente Ciro Sarno, hanno programmato, sempre per per questa settimana, medesime attività di pulizia presso l’ex Liceo Scientifico, l’area Ex Insud case e nell’area ex ABB.

Gli interventi riguardano: diserbo, eliminazione di sterpaglie ed erbacce che infestano le zone e di conseguenza, ripulitura delle aree con l’eliminazione di qualsiasi rifiuto sia stato buttata in questo periodo.

Si tratta di aree di pertinenza comunale e dunque il compito di intervenire spetta all’Ente. Per quelle private invece, l’ente è pronto a partire con le ordinanze in danno ai proprietari di aree private in stato di abbandono, che non sono ancora intervenuti nella pulizia e rimozione pericoli nelle aree di loro proprietà.

“Non tutti i proprietari purtroppo lo hanno fatto – spiega il sindaco Giorgio Zinno – e dunque procederemo affinché riportino i propri terreni, che sono in stato di abbandono, ad uno stato di decenza. Non possiamo più accettare – continua – che venga compromesso il decoro della nostra città che ognuno di noi sta contribuendo a rendere sempre più pulita. Intanto entro fine giugno, firmeremo l’accordo con la Città Metropolitana per poter abbattere l’ex liceo e trasformare quella zona in area, a servizio delle due scuole e attendiamo il finanziamento definitivo per abbattere e ricostruire la scuola di via Cappiello così come da progetto condiviso con la direzione del comprensivo IV Stanziale”.

“Il decoro della città è tra le nostre priorità – aggiunge Sarno – e lavoriamo affinchè tutti cooperino per questo fine comune. La nostra città è la città di tutti e ognuno ha il dovere di fare la propria parte per renderci orgogliosi del nostro territorio”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments