fucarazzi

NAPOLI – “Giovedì sera a Napoli si è assistito a scene indegne per un Paese civile. Gruppi di giovani delinquenti hanno allestito fuocazzi in strada, usando i cassonetti come calderoni, aggredendo forze dell’ordine e Vigili del Fuoco”.

Lo denunciano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, il consigliere del Sole che Ride alla II Municipalità Salvatore Iodice e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte, Gianni Simioli.

“Abbiamo monitorato la situazione fino a tarda sera, possiamo affermare che è stato un disastro. Nonostante si sapesse quello che sarebbe successo – e che abbiamo ampiamente preannunciato nei giorni scorsi – le autorità non hanno adottato contromisure. In piazza Mercato sono rimaste due camionette fino alle 23, dopo si è scatenato l’inferno.

Altrove la situazione è precipitata già dalla prima serata. Strade interdette abusivamente al traffico per permettere l’allestimento dei fuocazzi, cassonetti dati alle fiamme, cori di scherno e sassaiole contro le forze dell’ordine e i Vigili del Fuoco, accorsi per domare gli incendi.

Nessuno è stato arrestato. I componenti delle baby gang sono riusciti a farla franca”.

“Ci chiediamo come possa fare lo Stato a sconfiggere la camorra se non riesce a controllare le azioni di questi gruppetti di giovani teppisti.

Questi personaggi non si fanno scrupolo di dare vita a scene di guerriglia urbana con le forze dell’ordine ma riescono incredibilmente a non essere fermati e arrestati.

Assurde le giustificazioni delle madri che in un video di SiComunicazione accusano addirittura i carabinieri, rei di impedire ai loro figli di fare danni.

Le forze dell’ordine valutino eventuali complicità da parte degli adulti, procedendo penalmente in caso di evidenze di reato. Occorre che le cose cambino, e anche in fretta.

Il primo passo deve avvenire sul piano legislativo. Via i figli ai malavitosi.

La revoca della genitorialità a queste persone deve essere un viatico per evitare che una nuova generazione di individui senza regole e completamente avulsi dal vivere civile inizi ad infestare i territori”.

Di seguito le testimonianze video di quanto accaduto nella notte di giovedì:

A via Salvator Rosa appiccano i #fuochi per strada come se ci trovassimo in una terra di nessuno

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Giovedì 17 gennaio 2019

Questi #piccoli #criminali vanno fermati senza alcuna esitazione

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Giovedì 17 gennaio 2019

I #fuochi di Sant'Antonio sono diventati l'ennesima scusa per i piccoli #delinquenti di vandalizzare #Napoli

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Giovedì 17 gennaio 2019

A via Salvator Rosa si rischia la #guerriglia #urbana

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Giovedì 17 gennaio 2019

Per evitare che le #babygang diano fuoco a piazza Mercato la #polizia ha dovuto schierare 2 camionette.

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Giovedì 17 gennaio 2019

– "FUOCARAZZI"ALLA SANITA': UNA DELLE MAMME: " E' COLPA DEI CARABINIERI, SI FANNO MALE PERCHE' LI INSEGUONO" –

– "FUOCARAZZI"ALLA SANITA': UNA DELLE MAMME: "E' COLPA DEI CARABINIERI, SI FANNO MALE PERCHE' LI INSEGUONO" – Cippo di Sant'Antonio: assalto alla polizia e falò alla Sanità. Un gruppo di giovanissimi a volto coperto hanno lanciato bottiglie contro i blindati di polizia e carabinieri. Abbiamo ascoltato una delle mamme dei ragazzi…

Pubblicato da SIcomunicazione su Venerdì 18 gennaio 2019

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments