vecchio-pellegrini-632x354

NAPOLI – Ha visto il rapinatore armato entrare nella sua salumeria e, per difendere l’incasso, è nata una colluttazione durante la quale è stato colto da un malore che l’ha stroncato: è successo questa sera, in piazza Montesanto, a Napoli.

L’uomo si chiamava Antonio Ferrara, aveva 64 anni ed era il titolare del negozio. Secondo quando si è appreso era affetto da una cardiopatia.

La Polizia ha appurato, dopo avere ascoltato dei testimoni e alcuni parenti del salumiere, che la rapina non è stata consumata. Il malvivente, infatti, è fuggito senza prelevare nulla, dopo avere visto Ferrara accasciarsi.

Inutile il trasporto dell’uomo nel vicino ospedale Vecchio Pellegrini, dove Ferrara è deceduto poco dopo il suo arrivo nel pronto soccorso.

“Antonio ci mancherai. Eri un commerciante unico. Una istituzione per il quartiere di Montesanto.

Ti ricordo – spiega commoso Onorato che conosceva bene la vittima essendo del quartiere – da bambino quando ci accoglievi nella tua bottega e ci insegnavi a parlare in italiano. Sei sempre stato disponibile e tanto educato.

Aprivi alle 10 del mattino chiudevi alle 22,30. Il lavoro per lui era tutta la sua vita che ha dedicato alla sua famiglia numerosa. 5 figli sono rimasti orfani per mano di delinquenti senza scrupoli. Tu sei il nostro eroe perchè hai avuto il coraggio di reagire e di non cedere ai criminali”.

“Lanciamo un appello al quartiere.

Aiutate le forze dell’ordine a prendere l’assassino di Antonio. Ribellatevi. Altrimenti gli assassini un domani potrebbero colpire ancora. Non dimentichiamo che la rapina si è svolta alle 19,30 circa con le piazze e le strade del quartiere piene di gente, bambini, famiglie, anziani e mamme con i passeggini. Poteva essere una strage.

Bisogna fermare questo criminale prima che uccida un altro innocente” dichiara il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.(ANSA).

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami