gazebo_scaturchio_distrutto

NAPOLI – Durante la notte dei fuochi hanno mandato in fiamme il gazebo di Scaturchio al Vomero.

“Oltre al danno i proprietari hanno dovuto subire anche commenti inaccettabili su fb (https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1362485593773488&set=gm.1858993604312373&type=3&theater) di gente che ha festeggiato l’evento o che ha ritenuto colpevole l’azienda di aver lasciato la struttura montata per strada a capodanno. Insomma – dichiarano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli della radiazza – la colpa non è dei vandali che sparano a capodanno i fuochi e anche le bombe carta per dare sfogo alla loro inciviltà ma delle vittime. E’ colpa di Scaturchio se gli è andato a fuoco il tendone perchè a capodanno si sa che si spara, anzi secondo alcuni commentatori sono degli stupidi, degli ingenui o l’hanno fatto apposta a lasciare il gazebo montato. Secondo questo ragionamento è colpa di chi ha lasciato l’auto o lo scooter per strada se sono stati danneggiati o distrutti da petardi e botti. Quindi se danneggiano un’auto o un gazebo per strada la colpa è di chi subisce il danno perché giustamente alcuni napoletani si devono sfogare il primo dell’anno? E’ che colpa hanno quei negozianti di Chiaia a cui hanno dato fuoco i negozi chiusi e con le saracinesche abbassate? E che colpa hanno quei cittadini centrati da proiettili vaganti durante la notte? Noi invece esprimiamo piena solidarietà a tutti quei cittadini e commercianti che la notte del 31 hanno subito gravi danni a causa di una usanza che a nostro avviso dovrebbe essere vietata con la forza e cioè quella di sparare fuochi, botti o bombe incendiarie”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments