NAPOLI – La Commissione Ambiente, presieduta da Marco Gaudini, si è riunita oggi per discutere della manutenzione e della pulizia delle aree verdi nella zona di Fuorigrotta e Bagnoli. Presenti anche Francesco Iacotucci e Francesco Mascolo, rispettivamente Presidente e Direttore Generale di ASIA, il Presidente della Xa Municipalità Diego Civitillo, Teresa Bastia e Teresa Stefanelli, Dirigente e Funzionaria del Servizio Verde della Città.Spunto della riunione odierna è stata la recente denuncia sulla stampa cittadina di vaste aree di degrado nella zona di Fuorigrotta e Bagnoli, nello specifico per quanto riguarda la pulizia e la manutenzione delle aree verdi .Difficile la gestione per la Xa Municipalità, con la disponibilità di soli 21 giardinieri (età media 62 anni)

, per il presidente Diego Civitillo, mentre sarebbe utile un maggiore controllo da parte della Polizia Municipale e la programmazione congiunta di tutti gli organismi preposti alla pulizia e alla manutenzione del verde pubblico (Asia , SAT e Verde della Città).Chiara anche la posizione di ASIA: il presidente Iacotucci, pur riconoscendo che nella programmazione 2016 sono rimaste immutate le risorse umane destinate al diserbo, ha comunicato che nuovi appalti hanno portato al raddoppio del personale disponibile – 7 squadre delle quali una impegnata esclusivamente su Fuorigrotta – e che su tutto il territorio cittadino è già in corso un programma di diserbo chimico e meccanico. Pur tenendo conto delle crescenti carenze di personale (180 lavoratori in meno negli ultimi due anni per pensionamenti, decessi e licenziamenti) e delle necessità connesse al prelievo dei rifiuti, il presidente di Asìa, e il Direttore Generale Mascolo, si sono detti disponibili a rivedere i termini del contratto di servizi di ASIA, che a breve verrà riapprovato, per destinare proprie risorse umane anche a pulizia e manutenzione delle aiuole cittadine. Su quest’ultimo punto, un aspetto considerato centrale da tutti è quello dei limiti delle competenze tra i singoli servizi: ad esempio, la dirigente Teresa Bastia ha chiarito che il servizio Verde della Città non interviene sul verde orizzontale, mentre sarebbe opportuno ridefinire le competenze di tutti i soggetti.Diverse questioni sono emerse nel corso del dibattito: La necessità di avere contezza delle risorse umane, dei mezzi e delle attrezzature disponibili, così come dei termini esatti dei contratti di servizi di ASIA e Napoli Servizi e del rapporto tra tasse sui rifiuti e servizi offerti (Brambilla, Movimento 5 Stelle); la necessaria programmazione di interventi omogenei su tutto il territorio cittadino, da realizzare anche attraverso incontri programmatici con tutte le altre municipalità (Brambilla; Gaudini dei Verdi – Sfasteriati; Vernetti di De Magistris Sindaco); l’importanza del ruolo che la commissione può avere per promuovere nuove assunzioni di personale a fronte dei futuri pensionamenti previsti, e l’urgenza di interventi manutentivi frequenti sul verde pubblico, come quello sollecitato presso la scuola Scialoia, dove recentemente è crollato il ramo di un albero (Esposito del PD).Tutte queste considerazioni – ha concluso Gaudini – verranno riportate nel prossimo incontro programmatico con l’Assessore all’Ambiente Del Giudice.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments